mercoledì 23 settembre 2020

Giuseppe Romano - La scala di legno

 


Autore: Giuseppe Romano

Titolo: La scala di legno

Editore: L’ArgoLibro

Presentazione di Angelo Di Talia

In copertina: fotografia di Rino Scarpa – www.rinoscarpa.myportfolio.com

Anno di pubblicazione: 2020

ISBN 978-88-94907-92-6

Numero pagine: 320

Formato: 14,5x21

Prezzo di copertina euro 15,00

Per contattare l’autore: romano1930@libero.it   

Per info e ordini: largolibro@gmail.com 

 

PER LE LIBRERIE: potete ordinare copie del libro direttamente alla Casa editrice, scriveteci all’indirizzo largolibro@gmail.com o chiamateci al 3395876415 per qualsiasi informazione.


Un romanzo appassionato e appassionante, questo di Giuseppe Romano, da sempre grande conoscitore della società rurale del secolo scorso, alla quale dedica la sua “narrazione” ricca e appassionata.

“La scala di legno” è opera di grande pregio sotto vari punti di vista. Quello artistico, naturalmente, in primis, ma l’autore porta avanti un impegno che richiama quello di Verga: descrivere, “fermare su carta” la quotidianità del popolo.

Nella sua esaustiva presentazione, Angelo Di Talia scrive: “È vita vera da tramandare; è racconto che si dipana con ordine in un tempo preciso e avvolgente che, partendo dalle radici, fornisce senso pieno alla stessa esistenza.”

“Radici” è termine fondamentale, come chiave di lettura di quest’opera, che comunque non vuole essere operazione nostalgica. L’autore possiede uno sguardo allargato che abbraccia il passato e il presente in un “tutt’uno” che trasmette con grande efficacia, al lettore, la necessità e il piacere di quella che potremmo definire conoscenza sociale, in un certo senso.

Nessuna generazione può rinnegare le precedenti, nessuna società può “totalmente sganciarsi” da quella che l’ha preceduta. Potremmo e dovremmo essere più consapevoli del filo rosso che tutto lega, così – ad esempio – diventeremmo consapevoli dei motivi dai quali scaturiscono eventi che apparentemente sembrano “piovuti dal cielo”.

In decenni in cui l’iper-velocità dell’informazione ci fa dimenticare persino ciò che è capitato poche settimane prima, un romanzo come “La scala di legno” ci invita a rallentare e a far nostra la necessità di una riflessione che deve essere al tempo stesso personale e collettiva.

 

Rosa Penna - Battiti

 


Autrice: Rosa Penna

Titolo: Battiti

Editore: L’ArgoLibro

In copertina: “Cuduta di colore” dell’autrice

Anno di pubblicazione: 2020

ISBN 978-88-94907-99-5

Numero pagine: 64

Formato: 14,5x21

Prezzo di copertina euro 10,00

Per contattare l’autrice: rosapenna159@gmail.com  

Per info e ordini: largolibro@gmail.com 

 PER LE LIBRERIE: potete ordinare copie del libro direttamente alla Casa editrice, scriveteci all’indirizzo largolibro@gmail.com o chiamateci al 3395876415 per qualsiasi informazione.

La poesia di Rosa Penna è frutto di un percorso che si snoda lungo tutto l’arco dell’esistenza, tra sensazioni e riflessioni che impreziosiscono versi schietti e sentiti.

Leggendo “Battiti”, ci si rende conto che si tratta di una scrittura frutto di una necessità: il segno scritto riesce ad aiutare chi scrive a rielaborare, a riconsiderare, a riflettere sugli eventi piccoli e grandi che ognuno di noi attraversa, nel corso della propria vita.

Rosa Penna ama descrivere soprattutto la natura quotidiana che ben conosce: ritmi, colori, suoni, paesaggi ben diversi da quelli avvilenti, degradanti della città, dove viviamo il paradosso di una natura ridotta ai minimi termini e “recintata”, come se fosse un optional del quale possiamo anche fare a meno.

Tra nostalgie e considerazioni legate alle figure umane ben conosciute, questa raccolta è un pregiato “quadro” (non a caso l’autrice è anche pittrice) che richiama il Cilento di ieri e di oggi: pagine importanti, queste, da intendere anche come saggio sociale, perché ricche di quel pathos che è caratteristica fondamentale di chi è parte integrante, viva, pulsante di ciò di cui scrive.

 

 

 

 

 

                                                                          

giovedì 17 settembre 2020

KERAMOS - Decima Edizione: i vincitori!

 



Ecco i nomi (in ordine alfabetico) delle vincitrici e dei vincitori della Decima Edizione del Concorso Nazionale per poesie brevi “KERAMOS”, come ogni anno organizzato dall’Associazione Artistico-letteraria “Gli Occhi di Argo”, dalla Libreria indipendente-Casa editrice “L’ArgoLibro”, dal Centro d’Arte “Keramos” di Antonio Guida. Con il Patrocinio del Comune di Agropoli.

La manifestazione di premiazione si terrà venerdì 16 ottobre 2020 alle ore 17:00 presso il Castello di Agropoli.

Questa edizione sarà dedicata al poeta e scrittore Tommaso Mondelli.

Complimenti vivissimi a tutte/i, grazie di cuore ai tantissimi poeti che hanno partecipato da tutt’Italia.

Fin da ora sono invitati tutti i partecipanti a questa decima edizione, non solo i vincitori.

A presto per ulteriori notizie!

 

Danilo Ceirani

Stefano Di Ubaldo 

Laura Donato

Anna Maria Ferrari

Sandra Manca

Raffaella Massari

Stefano Peressini

Matteo Piergigli

Fiorella Rega

Alberto Rivelli

Lucia Ruocco

Paolo Zanelli

 

Sono certo, certissimo, che una persona che legge poesia si fa sconfiggere meno facilmente di una che non la legge.

(Iosif Brodskij)

mercoledì 16 settembre 2020

Michele Di Lieto - Amalfi terra mia

 


Autore: Michele Di Lieto
Titolo: Amalfi terra mia

Editore: L’ArgoLibro

Anno di pubblicazione: 2020

ISBN 978-88-94907-93-3
Numero pagine: 194

Formato: 14,5x21

Prezzo di copertina euro 12,00

Per contattare l’autore: micheledilieto2@tiscali.it  

Per info e ordini: largolibro@gmail.com 

 

PER LE LIBRERIE: potete ordinare copie del libro direttamente alla Casa editrice, scriveteci all’indirizzo largolibro@gmail.com o chiamateci al 3395876415 per qualsiasi informazione.


Un saggio originale e molto ben scritto, il nuovo libro di Michele Di Lieto, dedicato alla sua terra natale – la costiera amalfitana – ma anche al Cilento, terra in cui vive da molti anni.

Durante il periodo difficile della quarantena, l’autore ha deciso di scrivere – e successivamente di condividere – le sue preziose riflessioni e i ricordi legati alla storia, all’evoluzione sociale ed economica delle “due costiere” della provincia di Salerno. Considerazioni che si intrecciano con quelle, altrettanto importanti e preziose, scaturite dal particolarissimo periodo che stiamo vivendo a causa della pandemia.

Michele Di Lieto dona al lettore notizie che di certo non è possibile ritrovare nelle pur numerose guide turistiche, e anzi corregge non pochi errori (alcuni clamorosi, come afferma lui stesso in quarta di copertina) perpetrati in tali guide.

“Amalfi terra mia” è di piacevolissima lettura, frutto di particolari doti narrative, grazie alle quali non si riscontra il linguaggio asettico e schematico delle classiche guide turistiche. Al contrario, ogni pagina di questo libro riesce a trasmettere la passione e la competenza di chi scrive.

Tra chiese e scorci naturalistici, tra artisti che hanno lasciato un segno duraturo ed eventi storici di grande rilevanza, seguiamo l’autore in percorsi che “ci parlano” ininterrottamente di terre ricchissime che hanno ancora molto da dire a tutti noi.

A fine estate... arriva il Segnalibro di settembre!

venerdì 4 settembre 2020

Antonio Cedrola vi aspetta al Settembre Culturale

 


COMUNE DI AGROPOLI

SETTEMBRE CULTURALE

AL CASTELLO

XIII Edizione

 

Lunedì 7 settembre

Ore 20:30

 

Presentazione

ANTONIO CEDROLA

DIARIO DI… BRODO

 

Edizioni “L’ArgoLibro

 

Insieme all’autore interverranno:

 

MILENA ESPOSITO

Insegnante, Scrittrice

 

ENZO LANDOLFI

Scrittore, Giornalista

 

BIANCAROSA DI RUOCCO

Attrice, Regista

 

Cliccate qui

per aprire la pagina

dedicata al libro

 

Vi aspettiamo per trascorrere

una piacevole serata.

Non mancate e…

passate parola!



martedì 25 agosto 2020

"L'arte dell'incontro" con Maria Cuono



Dialoghi accanto
 al Gelso Nero

Incontri con i buoni libri de
“L’ArgoLibro”
presso il Giardino del Ristorante
IL VECCHIO BOTTAIO
in Viale Europa, 43 ad Agropoli
(zona centro, vicino al Parcheggio
Ex Campo sportivo “Landolfi”,
accanto a Magda Bombiniere)


MERCOLEDÌ 26 AGOSTO
ORE 18:00
 L’ARTE DELL’INCONTRO
Interviste ai personaggi dello spettacolo
di
MARIA CUONO

per aprire la pagina dedicata.

Cliccate qui
per leggere la recensione di Nicola Vacca
su “Gli Amanti dei Libri”

Incontro a cura di
MILENA ESPOSITO

Appuntamenti organizzati nel rispetto delle norme anti-Covid,
che invitiamo sempre a rispettare scrupolosamente.

Quanto è magico entrare in un teatro e vedere spegnersi le luci.
Non so perché. C’è un silenzio profondo, ed ecco che il sipario inizia ad aprirsi.
Forse è rosso. Ed entri in un altro mondo.
(David Lynch)

“L’ARGOLIBRO”:
facciamo largo ai buoni libri!