domenica 28 giugno 2020

Blanca Alma - Biografia di un'Anima Androgina





Autrice: Blanca Alma
Titolo: Biografia di un’Anima Androgina
Editore: L’ArgoLibro
In copertina: disegno dell’autrice
Anno di pubblicazione: 2020
ISBN 978-88-94907-90-2
Numero pagine: 100 + 84 (doppia versione: italiana e inglese)

Formato: 14,5x21
Prezzo di copertina euro 14,00
Spese di spedizione euro 4,63 (raccomandata postale)
Per contattare l’autrice: alma.blanca59@yahoo.com  
Per info e ordini: largolibro@gmail.com 


PER LE LIBRERIE: potete ordinare copie del libro direttamente alla Casa editrice, scriveteci all’indirizzo largolibro@gmail.com o chiamateci al 3395876415 per qualsiasi informazione.

Immersi in una quotidianità frenetica e votata al materialismo, dimentichiamo troppo spesso che esistono altri livelli di coscienza, di percezione, di vita. Per la cura e il progresso della nostra Anima, è di fondamentale importanza rendersi conto che esistono scopi e percorsi infinitamente più grandi, più importanti di quelli che possiamo raggiungere concentrandoci esclusivamente sull’apparenza.
Due Anime si sono incontrate, in questo tempo, ad un livello “altro”, che non è quello dell’incontro fisico, e hanno deciso di trasmettere un prezioso messaggio d’Amore a tutti coloro che sono pronti ad ascoltarlo. Così è nata quest’opera insolita e coinvolgente, che è innanzitutto e soprattutto un percorso iniziatico che squarcia i veli della superficialità e ci conduce verso paesaggi dell’Anima che appartengono a tutti, nessuno escluso.
Possiamo leggere “Biografia di un’Anima Androgina” anche come appassionante romanzo, in un certo senso, senza però dimenticare che questo scritto è frutto di esperienza, non di inventiva narrativa.
Un’Anima ne contatta un’altra a livello eterico e il percorso comune che ne scaturisce diventa insegnamento collettivo: esperienze così coinvolgenti ci fanno rendere conto, con forza, di quanto sia necessario ridimensionare i tanti problemi della quotidianità che a lungo andare diventano pesi apparentemente insostenibili o comunque cronici. Se riusciamo ad “allargare la visione”, invece, ci rendiamo conto di far parte di un disegno molto, molto più grande del singolo evento che ci capita.
“Biografia di un’Anima Androgina” ci dice questo, e ce lo dice con una limpidezza che non può lasciarci indifferenti.

lunedì 22 giugno 2020

Nicola Manicardi - Umiltà degli scarti






Autore: Nicola Manicardi
Titolo: Umiltà degli scarti
Editore: L’ArgoLibro
Prefazione di Giulio Maffii
Collana “Agorà” curata da Nicola Vacca
In copertina: fotografia di Rino Scarpa (www.rinoscarpa.myportfolio.com)
Anno di pubblicazione: 2020
ISBN 978-88-94907-89-6
Numero pagine: 106

Formato: 13x20
Prezzo di copertina euro 14,00
Spese di spedizione euro 4,63 (raccomandata postale)
Per contattare l’autore: nicolamanicardi@gmail.com
Per info e ordini: largolibro@gmail.com 

Dopo l’inaugurazione con «Sotto una montagna di carte» di Giuseppe Battaglia (qui la pagina dedicata), la collana «Agorà» diretta da Nicola Vacca ci dona una nuova perla: «Umiltà degli scarti» del poeta modenese Nicola Manicardi.
Come sottolinea nella sua introduzione il poeta Giulio Maffii, la poesia di Manicardi «è una continua, assidua ricerca di domande in un mondo all’apparenza concreto, contenitore di un “nulla” che si trasforma in vita quotidiana». La parola forte, concreta, colpisce l’apparenza della quotidianità con il desiderio dell’artista di andare oltre, di “vedere” cosa c’è al di là dei veli superflui.
I paesaggi urbani, personali e collettivi al tempo stesso, si susseguono in versi di rara intensità, spesso rivelatori di pesi difficili da sopportare: “Questo giorno di pioggia / mi entra nel corpo / con tutto il suo cielo.” L’artista è consapevole del suo “compito-bisogno” di ricercare ininterrottamente la verità di cui tutti abbiamo bisogno: una verità parziale, mai definitiva né definitivamente illuminante, ma non per questo meno valida. Al contrario, la ricerca incessante e coraggiosa nobilita uno sforzo (artistico, ovviamente, ma non solo) consapevole della sua stessa necessità.
Lo stile di Manicardi è asciutto, essenziale, ripulito da orpelli che in queste pagine non trovano spazio. Poesia da leggere e rileggere, quella di «Umiltà degli scarti», capace di toccare dense profondità con una leggerezza che scuote il lettore senza angosciarlo. Il peso dei giorni e delle notti va affrontato, in qualche modo, ma senza lasciarsene travolgere.
La struggente «Ricordiamoci dei padri» si chiude con questi versi: “Ricordiamoci che nulla dura / e che neppure il vento / sa cancellare né far tornare”. Siamo in questo vento, a metà strada tra la certezza solida e l’oblio, e se ne siamo coscienti possiamo imparare tanto, tantissimo. Soprattutto grazie all’arte vera.


«La poesia ha una sua urgenza. Agorà ne racconterà tutte le sfumature entrando nel vivo delle questioni letterarie e umane. Perché la poesia prima di tutto è il modo di essere qui e ora. I poeti a cui guarderò devono avere il coraggio di osare e pronunciare parole a garanzia dell’uomo.» (Nicola Vacca)

Clicca qui per leggere la recensione di Martino Ciano su "Gli Amanti dei Libri"

martedì 16 giugno 2020

Maria Cuono - L'arte dell'incontro



Autrice: Maria Cuono
Titolo: L’arte dell’incontro – Interviste ai personaggi dello spettacolo
Editore: L’ArgoLibro
Prefazioni di Luisa Corna e Carmen Giardina
In copertina: Carmen Giardina, Flavio Brighenti, Raffaela Siniscalchi, Stefano Saletti, Gabriele Coen e Mario Rivera in “Io, Fabrizio e il Ciocorì”. Foto di Roberto Moretti
Anno di pubblicazione: 2020
Numero pagine: 134
Copertina: a colori, con alette
Formato: 14,5x21
Prezzo di copertina euro 12,00
Spese di spedizione euro 4,63 (raccomandata postale)
Codice ISBN 978-88-94907-91-9
Per info e ordini: largolibro@gmail.com 

Un libro piacevole da sfogliare, leggere e rileggere, questo di Maria Cuono: forte della sua passione e delle sue molteplici esperienze nel campo della comunicazione, Maria ci accompagna in una conoscenza più approfondita dei tanti personaggi dello spettacolo che ha incontrato dal 2007 ai nostri giorni. Interviste che lasciano il segno perché condotte con sensibilità e attenta partecipazione: in questo modo andiamo “oltre il personaggio” che conosciamo e apprezziamo sul palcoscenico, sullo schermo, e viene fuori il lato umano che lo avvicina ulteriormente a noi. Da Alessandro Haber a Simona Marchini, da Nino D’Angelo a Rocco Papaleo, da Carmen Giardina a Luisa Corna, da Luca Manfredi a Giuliana De Sio, da Daniela Poggi a Luca Lupoli, sono ben ventidue gli artisti avvicinati in questa raccolta di interviste.
Si parla soprattutto (ma non solo) di teatro, antichissima forma d’arte che oggi meriterebbe molta più attenzione da parte delle istituzioni ma, anche, da parte del pubblico; quale migliore occasione, quindi, di un ottimo libro di interviste, per poterci avvicinare meglio ad un mondo che i più conoscono solo superficialmente?
Come sottolineano anche Luisa Corna e Carmen Giardina nelle loro introduzioni, per un artista parlare del proprio lavoro vuol dire parlare anche della propria vita, e Maria Cuono riesce a far condividere riflessioni molto importanti e profonde, grazie alla sua empatia.
C’è grande e solida passione, in queste pagine, e si avverte tutta. L’avvertirà certamente ogni lettore, e magari, quando chiuderà l’ultima pagina, sarà ancora più motivato ad assistere personalmente a spettacoli teatrali e musicali.

Clicca qui per visitare il sito di Maria Cuono

Clicca qui per leggere la recensione di Nicola Vacca su "Gli Amanti dei Libri"

Clicca qui per leggere l'articolo su "Road TV Italia"

Clicca qui per leggere l'intervista su "Quotidiano Napoli"

Clicca qui per vedere la puntata di "Noi per Napoli Show" in cui Maria Cuono è stata ospite

Clicca qui per leggere l'intervista rilasciata a "Ragguagliami"

Clicca qui per leggere l'intervista rilasciata a "Musicando Live"

Clicca qui per leggere l'intervista rilasciata a "la Città"

Clicca qui per leggere la scheda personale dell'autrice su "Cinema Italiano"

Clicca qui per leggere l'articolo dedicato su "Allinfo"

Clicca qui e qui per leggere l'articolo e la scheda su "Cinema Italiano"


domenica 14 giugno 2020

Marco Di Napoli - La dimensione del desiderio



Autore: Marco Di Napoli
Titolo: La dimensione del desiderio – Per una critica del principio di piacere in Marcuse
Editore: L’ArgoLibro
Prefazione di Angela Nese
Anno di pubblicazione: 2020
Numero pagine: 154
Copertina: a colori, con alette
Formato: 13x20
Prezzo di copertina euro 14,00
Spese di spedizione euro 4,63 (raccomandata postale)
Codice ISBN 978-88-94907-86-5
Per info e ordini: largolibro@gmail.com 
Per contattare l’autore: aschenbach@hotmail.it  

Gli affezionati della casa editrice “L’ArgoLibro” conoscono già Marco Di Napoli, che, insieme a Costantino Vassallo, nel 2018 ha pubblicato “Drive e le strutture distopiche”, originalissima analisi del film “Drive” di Nicolas Winding Refn (qui la pagina dedicata al saggio).
Oggi ritorna con un nuovo saggio d’impronta letteraria e filosofica dedicato al principio del piacere nell’opera e nel pensiero di Herbert Marcuse, il filosofo e sociologo tedesco, naturalizzato americano, che è stato indubbiamente uno dei pensatori più influenti del Novecento.
Un tema ampio e articolato, questo, che Marco Di Napoli ha affrontato con entusiasmo e grande competenza, in pagine non riservate solo agli “addetti ai lavori” e agli appassionati di filosofia, ma a tutti coloro che sono curiosi di conoscere un particolare punto di vista su un argomento complesso sempre dibattuto.
Come ha sottolineato Angela Nese nella sua acuta introduzione, “La dimensione del desiderio” può essere vista come validissima opera che prosegue nel discorso avviato da Marcuse in “Eros e civiltà” e altri scritti, alla luce di un progresso tecnologico e un consumismo ormai talmente invasivi che non solo “fanno desiderare”, ma addirittura riescono ad imporre “cosa desiderare”: un’autentica rivoluzione sociale e psicologica che va studiata e scandagliata da tutti i punti di vista, per diventarne davvero consapevoli.
Questo saggio di Marco Di Napoli è un validissimo strumento a nostra disposizione per riuscire a guardare oltre la visione di un Uomo sempre più frammentato e disorientato.

martedì 9 giugno 2020

Anche il Segnalibro riprende a pieno ritmo!






(clicca sulle immagini per ingrandirle)

Vuoi partecipare al Segnalibro?
Clicca qui per tutte le informazioni!
Condividi la tua arte!

A giugno riprendiamo a pieno ritmo (anche) la diffusione del Segnalibro!
In questo nuovo numero trovate:

- il disegno originale di Helga Freimanner;

- il bando di concorso della Decima Edizione del Concorso Nazionale per poesie brevi “KERAMOS” (cliccate qui, scadenza bando: 15 giugno)

- informazioni per partecipare a “I 2Mila Segnalibri” con poesie, racconti brevi e recensioni di proprie opere pubblicate (clicca qui);

- la rubrica "La Tana dei Libri Sconosciuti" di Giulia Stefanini, questo mese dedicata a "Emily Dickinson - Il sogno del diavolo" di Milena Esposito (qui la Pagina Facebook dedicata all'iniziativa);

- la recensione di Giuseppe Salzano per la rubrica “Leggendo…” (qui il sito personale dell’autore);

- la recensione del romanzo «La violinista» di Elisabetta Mattioli;

- spazio dedicato alle pubblicazioni de L’ArgoLibro «Tra una pizza e l’altra» di Pasquale Carelli, «Il niente ineludibile» di Gianluca Conte, «Visionario» di Emmanuele Pirozzi, «All’ombra dell’amore» di Enrico Improtaclicca qui per visitare la sezione del blog dedicata alle nostre pubblicazioni – clicca sulle copertine per aprire la pagina corrispondente);

…e ancora news, aforismi, curiosità!

L’ARGOLIBRO”: 
noi facciamo largo
alle proposte di qualità!

giovedì 4 giugno 2020

Sandra Ludovici - Radici di Magia




Autrice: Sandra Ludovici
Titolo: Radici di Magia
Editore: L’ArgoLibro

Collana: La Piuma del Poeta
Introduzione di Milena Esposito
Anno di pubblicazione: 2020
Numero pagine: 78
Copertina: in cartoncino, sovraccoperta a colori con alette
Formato: 16x24
Prezzo di copertina euro 10,00
Spese di spedizione euro 4,63 (raccomandata postale)
Codice ISBN 978-88-94907-87-2
Per info e ordini: largolibro@gmail.com 
Per contattare l’autrice: sludovici99@gmail.com

Luce e ombra, colore e nero notturno, vita e morte, si mescolano nella particolarissima magia evocata dalla poesia di Sandra Ludovici, che di raccolta in raccolta continua a sorprendere il lettore con una “vastità artistica” e argomentativa che ci fa rendere conto di quanto la poesia impregni di sé ogni singolo aspetto della nostra esistenza, materiale o immateriale che sia.
Peccato che spesso, troppo spesso non ce ne accorgiamo nemmeno, impegnati come siamo in una spasmodica ricerca di consensi, di gratificazioni più o meno superficiali che lasciano il tempo che trovano, di arricchimenti che soddisfano solo la bramosia.
L’arte, ovviamente (e forse in particolare proprio la poesia), attraversa tutt’altri terreni, richiama tutt’altri paesaggi. Una raccolta come “Radici di Magia” è lì a dimostrarcelo, con tutta la forza della parola che si eleva al di sopra delle distrazioni quotidiane ma che nella quotidianità più solida affonda le sue radici.
Radici, appunto, e da tale “visione” dobbiamo partire, per comprendere appieno la necessità della poesia. “La làmmia e l’angelo d’acqua”, “Noctua civetta”, “Fumo di griglia”, “Strega leccarda”… proseguendo man mano nella lettura, pagina dopo pagina, ci immergiamo in un terreno ricchissimo di humus, dal quale non possono che sbocciare sorprendenti fiori, foglie, frutti. La poesia è madre, è concime, è forza in grado continuamente di procreare, di ri-generare un mondo che ha ininterrotto bisogno di ri-nascere per riuscire a superare i dolori, i problemi, gli errori, le contraddizioni.
Sandra Ludovici, da grande e vera poetessa qual è, non si tira indietro di fronte a questo compito, che è al tempo stesso personale e collettivo, e continua ad offrirci preziose occasioni di scoperta.