mercoledì 16 gennaio 2019

Numero 100: grande festa per il Segnalibro!



Grande festa per
il “SEGNALIBRO”,
questo mese!

A gennaio il “Segnalibro" festeggia la centesima uscita!
Da oltre otto anni, il Segnalibro de “L’ArgoLibro” e “Gli Occhi di Argo” offre tantissime opportunità a chi ha voglia di condividere la propria arte.
Ogni mese ben duemila copie cartacee e oltre seimila invii via e-mail: una piacevole “mini-rivista” sempre più apprezzata e condivisa. Il Segnalibro viene letto, riletto, conservato, condiviso, collezionato…
MASSIMA VISIBILITÀ IN TUTT’ITALIA!

POESIE E RACCONTI
Inviate a: occhidiargo@hotmail.it un breve racconto (max 1800 battute spazi inclusi) o una poesia (max 40 versi). La partecipazione è gratuita. Contributo solo per la pubblicazione dei testi vincitori di 20,00 euro (gli autori scelti saranno contattati via e-mail e decideranno se partecipare).
I testi selezionati saranno pubblicati e distribuiti in tutt’Italia per un mese su ben 2000 copie cartacee stampa monocolore; 50 riproduzioni su carta del Segnalibro saranno inviate a casa tramite posta e il file in pdf a colori sarà inviato tramite e-mail da “Gli Occhi di Argo” e “L’ArgoLibro” A OLTRE 6000 CONTATTI!


LIBRI SUI SEGNALIBRI
Inviate una copia del vostro libro pubblicato a:

LIBRERIA L’ARGOLIBRO
VIALE LAZIO, 16
84043  AGROPOLI (SA)

e all’indirizzo e-mail occhidiargo@hotmail.it inviate un testo (max 500 battute spazi inclusi) contenente il titolo e prezzo del libro, una breve presentazione e un’immagine della copertina. Se il libro inviato sarà selezionato lo pubblicizzeremo su I 2MILA SEGNALIBRI per la durata richiesta. E bisognerà, solo se il libro è stato scelto, versare un contributo di: 20,00 euro per un mese; 40.00 euro per 3 mesi; 80.00 euro per 6 mesi; 120,00 euro per un anno. Gli autori scelti saranno contattati via e-mail e decideranno se partecipare. Il Segnalibro sarà  distribuito in tutt’Italia ogni mese con 2000 copie cartacee monocolore; 50 riproduzioni su carta del Segnalibro saranno inviate a casa tramite posta (il primo mese) e il file in pdf a colori sarà inviato tramite e-mail da “Gli Occhi di Argo” e “L’ArgoLibro” A OLTRE 6000 CONTATTI!

Per qualsiasi ulteriore informazione: largolibro@gmail.com


giovedì 10 gennaio 2019

Il nuovo Corso di scrittura creativa di Milena Esposito




IL RACCONTO E IL RACCOLTO

Vi invitiamo al nuovo Corso di scrittura creativa/sensoriale curato da MILENA ESPOSITO e dedicato al racconto… con degustazione di prodotti.

Appuntamento presso la Dimora
IUMARA
Cibo e Ospitalità
Via Pioppo 1, 84060 Omignano (Sa)





Orari del Corso:
Sabato dalle ore 16:00 alle ore 20:00
Domenica dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 19:00

Costo € 30,00 comprensivi di degustazioni.

Per chi lo desidera, c’è la possibilità di usufruire dei servizi offerti dalla struttura: singoli pasti, pensione completa, pernottamento.
Costi:
Soggiorno con trattamento di pensione completa in camera doppia/matrimoniale: euro 70,00 a persona
Pranzo o cena presso il rinomato “Iumara Restaurant”: Euro 20,00

Per qualsiasi ulteriore informazione e per prenotazioni:
3292037317 – occhidiargo@hotmail.it
3291613357info@iumara.it

Prenotazione obbligatoria entro il 22 gennaio.


Pasolini a "L'ARGOLIBRO" nel nuovo spettacolo di Giulio Ripa



Spettacolo multimediale di e con Giulio Ripa.

Scriveva Pasolini: “Noi, quando ricordiamo o quando sogniamo, giriamo dentro di noi dei piccoli film”
Attraverso i ricordi si rivivono le immagini e le storie di un passato che non passa. “Nzallanuto ovvero io, Pasolini e noi italiani” è uno spettacolo multimediale che si gioca nel ritrovare il filo della memoria, necessaria per ridare voce alle idee che sono i reali personaggi del “teatro di parola” teorizzato e promosso da P. P. Pasolini.

Le problematiche irrisolte, sottolineate con forza dal poeta, come quelle sull'anarchia del potere, la ferocia della banalissima televisione e la mutazione antropologica degli italiani, nello spettacolo si con-fondono tra ricordo e sogno, presente e passato, finzione e realtà, immagine e parola:

- La televisione è vissuta come un Totem, entità al quale ci si sente legati per tutta la vita. Il culto della tv e dei mass media in generale, come pratica quotidiana istituita, si avvicina al concetto di possessione volontaria poiché gli individui ne entrano in un contatto così profondo da esserne completamente soggiogati, accettando così nuovi valori e modelli di vita proposti. Autocompiacimento e narcisismo dello spettatore nel credersi protagonista del palinsesto mediatico, portano la popolazione alla condizione di burattini manovrati da una informazione che ci rappresenta una realtà deformata e deformante.

- L'anarchia del potere di oggi si presta alle amare considerazioni che Pasolini faceva allora: rapporto tra il potere dei forti e i deboli che ad esso sono sottoposti; la fine dell’umanesimo superato dall’applicazione tecnologica della scienza; la lotta di classe che si sarebbe logorata solo sulle differenze economiche e non più sul piano culturale, in particolare i rapporti sociali cambiati dal nuovo modo di produrre (enorme quantità di beni superflui) e consumare (funzione edonistica).

- “La tragedia è che non ci sono più esseri umani, ci sono strane macchine che sbattono l’una contro l’altra”. La mutazione antropologica provocata dall'edonismo consumistico, inteso come sistema totalizzante basato sulla ricerca del piacere individuale fine a se stesso, mediante il consumo smisurato di cose, ha modificato ed omologato il modo di vita degli italiani cioè ideali, valori, comportamenti, rapporti sociali e la stessa umanità. “Tuttavia il fondo del mio insegnamento consisterà nel convincerti a non temere la sacralità e i sentimenti, di cui il laicismo consumistico ha privato gli uomini trasformandoli in brutti e stupidi automi adoratori di feticci.”

Vi aspettiamo SABATO 19 GENNAIO alle ORE 18:00.
Libreria indipendente “L’ARGOLIBRO”
Viale Lazio, 16 (Zona sud, adiacente Via Salvo D’Acquisto, nei pressi del Centro per l’Impiego, accanto a “Ricambi Iannuzzi” e a “Mani di fata”).
Infoline: 3395876415
Ingresso libero.

Scopriamo e coltiviamo "l'infinito potenziale umano"



L’INFINITO POTENZIALE UMANO
CONOSCERSI È LIBERTÀ
Incontri a cura di MEL DI BIASE

DOMENICA 20 GENNAIO
DALLE ORE 15:30 ALLE ORE 19:30
Libreria indipendente “L’ARGOLIBRO”
Viale Lazio, 16 (Zona sud, adiacente Via Salvo D’Acquisto, nei pressi del Centro per l’Impiego) - Agropoli (SA)

“L'obiettivo è quello di far comprendere come funziona la natura umana attraverso una serie di incontri dove, se coloro che verranno parteciperanno regolarmente, avranno a disposizione un insieme di strumenti che permette di operare scelte totalmente libere e soprattutto di godere della vita che vogliono e meritano. Da febbraio sono previsti due incontri al mese per almeno dodici mesi.”
(Mel Di Biase)



PROGRAMMA DEL PRIMO INCONTRO
Presentazioni e fini dell’incontro - Paradossi mondiali e disinformazione mirata - Comprensione dell’ingegneria di massa e sociale e necessità di divenire ingegneri dell’Essere - Apprendimento dalle eccellenze - Il modellamento efficace e l’apprendimento teorico e pratico efficace - Strumenti di apprendimento autoterapico e migliorativo - Esposizione dei numerosi strumenti a disposizione e incipit di percorsi efficaci per liberarsi e apprendere sistemi di libertà espressiva ed esperienziale a tutto tondo - Domande e risposte - Meditazione guidata Prospera.

COSTO DI PARTECIPAZIONE: euro 30,00 A INCONTRO.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL 18 GENNAIO.

Per ulteriori informazioni e per prenotazioni:
3890935275 - largolibro@gmail.com
oppure recatevi direttamente presso la libreria “L’ARGOLIBRO”.

mercoledì 9 gennaio 2019

Anno nuovo... centesima uscita!






(clicca sulle immagini per ingrandirle)

Partecipa al Segnalibro ANCHE TU
condividi la TUA arte!
(leggi le colonne dedicate sulla terza immagine)

Apriamo l’anno con una magnifica notizia: il Segnalibro di gennaio festeggia l'uscita numero 100! Partecipate anche voi alle prossime uscite con poesie o racconti brevi, trovate tutte le informazioni cliccando qui.
Nel primo numero del primo anno vi segnaliamo:
- il disegno originale di Maria Rosaria Verrone;
- le poesie di Roberto Sanesi e Attilio Bertolucci;
- il racconto di Elisabetta Mattioli;
- la recensione di Giuseppe Salzano per la rubrica “Leggendo…”;
- la recensione del romanzo “La Violinista” di Elisabetta Mattioli;
- spazio dedicato alle pubblicazioni de L’ArgoLibro «Cento Parole» di Gennaro Guida e «C’era una torta» di Giuseppina Volpe;
- informazioni per aderire ai concorsi aperti a coloro che vogliono essere pubblicati sul Segnalibro;
- informazioni sugli appuntamenti di gennaio e febbraio presso la Libreria indipendente “L’ArgoLibro” ad Agropoli (Salerno) e in altri luoghi della provincia di Salerno;
- informazioni sulla Casa editrice L’ArgoLibro e sulla libreria indipendente omonima;

 Buon 2019 a voi e ai vostri cari!

lunedì 7 gennaio 2019

Giuseppina Volpe - C'era una torta




Autrice: Giuseppina Volpe
Titolo: C’era una torta – Le ricette cilentane dolci e salate di Nonna Pina
Editore: L’ArgoLibro
A cura di Giusi e Annamaria Botti
Numero pagine: 78
Copertina: a colori con alette
Formato: 16x23 cm.
Codice ISBN: 978-88-94907-50-6
Prezzo di copertina euro 12,00
Spese di spedizione euro 4,63 (raccomandata postale)
Per info e ordini: 
largolibro@gmail.com
Per contatti: giusiteresabotti@libero.it

Cliccando su "Paga adesso", puoi acquistare il libro tramite il tuo conto PayPal con spedizione inclusa nel prezzo di copertina!
Attenzione: la spedizione prevede il "Piego libri ordinario" non tracciato, con tempi di consegna molto variabili (da pochi giorno a oltre un mese) che dipendono da Poste Italiane. 
Se desideri una spedizione raccomandata tracciata (tempi di consegna: 3-5 giorni lavorativi) o altri sistemi di pagamento (bonifico o Postepay), scrivici a largolibro@gmail.com  

Classe 1935, Giuseppina Volpe nasce in un paesino dell’entroterra cilentano (Acquavella) e per tutta la vita coltiva - e continua a coltivare -  la passione per “l’antica cucina” di questi luoghi che sono stati resi celebri in tutto il mondo dalla Dieta Mediterranea, che ovviamente è molto più di una semplice dieta: è un vero e proprio stile di vita.
Un prezioso patrimonio immateriale, quello custodito da Giuseppina, che il certosino lavoro delle nipoti Giusi e Annamaria ha trasposto su carta e messo a disposizione di tutti grazie a questa pubblicazione de “L’ArgoLibro”. Dalla “Nenna salata” alla “Ciauledda”, dal “Candorlì” alla “Pastiera di riso”, in questo libro troverete tantissime ricette dolci e salate spiegate passo passo. Un patrimonio di inestimabile valore che va ben oltre la ricetta in sé.
Il libro, presentato al meglio dal lavoro grafico di Cristina Piccirillo, è ulteriormente arricchito da pagine dedicate a tradizioni e proverbi, ma anche dalla fiaba “La volpe e la bambina”, con l’acquerello originale di Rossella Zevola. Un’opera corale femminile, quindi, da tramandare affinché non vengano perse conoscenze e memorie che ancora oggi possono essere (e sono!) fonte di importantissimi insegnamenti.
Tutto è ben condensato nella massima che, come in ogni pubblicazione de “L’ArgoLibro”, viene scelta per chiudere un’opera. In questo caso è stata scelta una frase di Jean d’Ormesson: “Viviamo in gran parte su quello che ci è stato trasmesso da coloro che ci hanno preceduto. La tradizione è un insieme di scritti, di idee, di invenzioni, di abitudini alle quali ci riferiamo ancora oggi e che rappresentano l’eredità del passato.”

domenica 6 gennaio 2019

Gennaro Guida - Cento Parole



Autore: Gennaro Guida
Titolo: Cento Parole
Editore: L’ArgoLibro
Illustrazioni e traduzioni in inglese di Rosa Cianciulli
Introduzioni di Antonella Nigro, Raffaele Aragona e Don Virginio Colmegna
Anno di pubblicazione: 2018
Numero pagine: 108, tutte a colori

Copertina: a colori con alette
Formato: 17x24 cm.
Codice ISBN: 978-88-94907-46-9
Prezzo di copertina euro 14,00
Spese di spedizione euro 4,63 (raccomandata postale)
Per info e ordini: 
largolibro@gmail.com
Per contattare l’autore: gennaro.guida.age@gmail.com
Per contattare Rosa Cianciulli: rosa.cianciulli@alice.it

Racconti di CENTO PAROLE che invoglino il lettore a divertirsi leggendo.
Se l’obiettivo è chiaro, CENTO PAROLE sono sufficienti per affrontare, nel gioco dei contenuti, temi importanti: amicizia, rispetto, amore, pace, avventura, impegno, giustizia, fantasia.
Amare se stessi, gli altri, la natura: un percorso di vita. Un sogno che si può realizzare. Un libro ricco di immagini e luce con le bellissime illustrazioni “narranti” di Rosa Cianciulli, che ha curato anche le traduzioni dei racconti che rimangono di CENTO PAROLE, in un inglese semplice, fornendo un valido strumento di lavoro per avvicinare con gioia i bambini allo studio della lingua.
(L’Autore)